Giorgetti ingrana la retromarcia: "non ho mai detto che avremmo ratificato il MES" - Il Sovranista.com

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

mercoledì 27 dicembre 2023

Giorgetti ingrana la retromarcia: "non ho mai detto che avremmo ratificato il MES"

 



Estratto da www.corriere.it

 

«Non ho mai detto in nessuna sede che avremmo ratificato il Mes». Lo ha aggiunto il ministro dell’Economia e delle Finanze Giancarlo Giorgetti. «Dopo il quarto rinvio del voto, ho detto che una decisione il Parlamento avrebbe dovuto prenderla, per responsabilità. Il Parlamento ha votato, e l’ha fatto come avevo anticipato io in sede europea, avevo detto che con una larga maggioranza l’esito sarebbe stato il no al Mes», ha aggiunto.

 

giancarlo giorgetti giorgia meloniGIANCARLO GIORGETTI GIORGIA MELONI

[…] Con il Patto di Stabilità, rispetto al vecchio Patto, «abbiamo fatto un passo in avanti — ha spiegato Giorgetti —, introducendo tantissime clausole per richiesta di diversi Paesi, ogni Paese ci ha messo il suo, altrimenti non saremmo arrivati alla conclusione. Questo è un compromesso. Se verso il basso o verso l’alto, io ho detto e ribadisco che le valutazione le faremo tra qualche tempo».

 

[…] «Con riferimento all’esame della legge di bilancio — ha aggiunto Giorgetti in merito alla manovra in commissione Bilancio alla Camera — l’esame del Senato ha prodotto una serie di cambiamenti che hanno nel complesso» prodotto «un miglioramento di tutti i saldi di finanza pubblica». Giorgetti ha citato le modifiche intercorse nell’esame di Palazzo Madama […] «È stata mantenuta intatta - ha osservato - le quadratura e l’impianto della nostra proposta e il governo lo valuta positivamente».

 

GIORGETTI IN EUROPA DOPO LA BOCCIATURA DEL MES - VIGNETTA BY GIANNELLIGIORGETTI IN EUROPA DOPO LA BOCCIATURA DEL MES - VIGNETTA BY GIANNELLI

[…] Parlando del Superbonus, Giorgetti ha dichiarato: «Abbiamo dato il 110% di incentivo pubblico a ricchi e poveri per rifarsi la casa al mare, facendo ancora debito pubblico. Ora ci si lamenta perché si scende al 70%. Ho chiesto quale altro Paese dell’Ue ha un incentivo del genere, non ho avuto risposta. A noi il 70% sembra pochissimo, ma visto da fuori è tantissimo. Dobbiamo uscire da questa allucinazione per cui è tutto dovuto».

 

Per quanto riguardo il ponte sullo Stretto di Messina, «era nel disegno originario» della manovra «è stata modificata la spalmatura — ha detto il ministro —. Non trovo per niente scandaloso che il fondo di sviluppo e coesione delle regioni direttamente interessate dia un contributo».




Fonte Dagospia 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2